Life Evolution System

Kinesiologia: intolleranze alimentari

Il tema delle intolleranze alimentari è trattato in modo estremamente approfondito dalla Kinesiologia Applicata, che offre diagnosi e soluzione del problema.

Nel campo delle intolleranze alimentari si può constatare che la Kinesiologia Applicata è decisamente molto avanti rispetto alle altre scienze, compresa la medicina ufficiale. Infatti quest’ultime hanno iniziato a trattare le intolleranze alimentari solo recentemente, in modo molto timido e incerto, e con strumenti poco adatti a tale studio. Pertanto l’enorme vantaggio competitivo della Kinesiologia Applicata non è offerto solo dall’adeguatezza del metodo diagnostico in sé, già molto importante, ma anche dalla mancata presenza di altre discipline affidabili in questo campo. Lo strumento che la Kinesiologia offre, invece, grazie anche al test kinesiologico, ci permette in modo chiaro e preciso di comprendere se una determinata interazione con una sostanza (alimento o altro) ci fa bene (quindi ci rafforza) o ci fa male (quindi ci indebolisce) e in quale misura. Le intolleranze rientrano, se pur con caratteristiche specifiche, tra le interazioni che producono debolezza al test kinesiologico specifico.

In questo senso riusciamo ad ampliare enormemente il concetto di intolleranza, ma anche a meglio definirlo e studiarlo in modo, e questo è del tutto peculiare, da poterlo trattare. Infatti, per tutte quelle che sono intolleranze non genetiche, cioè non dovute a impossibilità direttamente legate al DNA di tollerare quell’elemento specifico, la Kinesiologia Applicata ti offre anche la possibilità di guarigione, oltre a una diagnosi. Questa possibilità è ben oltre quello che viene normalmente proposto, anche dalla medicina ufficiale, poiché nelle altre discipline, praticamente sempre, la soluzione che segue la diagnosi, e quindi l’individuazione della sostanza che crea intolleranza, è la rimozione della sostanza e non la cura dell’intolleranza. Quindi solitamente si tratta di un mero trattamento sintomatologico: smentendo di entrare a contatto con ciò che arreca disturbo, piano piano cessano i sintomi, ma si resta intolleranti! La Kinesiologia Applicata invece offre una possibile guarigione, cioè la possibilità di risolvere l’intolleranza potendo di fatto tornare a introdurre ciò che prima ci nuoceva.

Quindi, se lo vogliamo, nella Kinesiologia Applicata possiamo trovare:

SIA LA DIAGNOSI, CIOÈ L’INDIVIDUAZIONE DEGLI ALIMENTI O DELLE SOSTANZE CHE GENERANO INTOLLERANZA, CHE LA RISOLUZIONE DELL’INTOLLERANZA STESSA.

Tutto questo può essere molto prezioso per te, specialmente se sei costretto a privarti di varie cose, dovendo tra l’altro fare sempre attenzione a non sbagliarti, oppure se addirittura non sei ancora riuscito a individuare quali sono le cose che ti generano problemi, creandoti diversi disturbi.

Ma come avviene l’individuazione dell’elemento a cui siamo intolleranti?

L’individuazione di ciò verso cui siamo intolleranti avviene in modo semplice, indolore e privo di rischi, con l’utilizzo del TEST KINESIOLOGICO SPECIFICO abbinato ad apposite FIALE TEST (una per ogni alimento o sostanza da testare, più altre varie specifiche per comprendere altri parametri importanti). Quindi, valutando la risposta del test con ogni specifica fiala (alimento, materiale, tessuto, e così via) è possibile stabilire se ci genera intolleranza o meno, di che intensità (lieve, media, forte), di che tipo (da ingestione, contatto, inalazione, ecc), la parte colpita (tratto gastrointestinale, cute, polmoni, ecc), e quanto siamo attualmente intossicati (cioè quanto bisogno abbiamo di smaltire ciò che di nocivo si è accumulato e ha determinato gli effetti avversi).

Per quanto riguarda la cura, reale e non semplicemente sintomatologica, ci si stupisce di quanto possa essere EFFICACE e RISOLUTIVA. Infatti per le intolleranze acquisite, cioè che sono insorte solo da un momento della nostra vita in poi (quindi non genetiche), la CURA È POSSIBILE e spesso neanche troppo difficile. Ovviamente è previsto un primo periodo di tempo, variabile a seconda delle circostanze, in cui l’elemento deve essere eliminato per permettere al corpo la disintossicazione e il ripristino della condizione ottimale e per permettere alla correzione di fare effetto. Contemporaneamente si procede con la cura che sarà diversa, anche di molto, a seconda del problema, della situazione e della persona in esame (ogni persona è unica!). Segue la verifica e il graduale e controllato reinserimento dell’elemento che prima generava intolleranza.

Alcune tra le intolleranze alimentari acquisite più diffuse attualmente sono, per esempio, verso il GLUTINE (celiaci), il LATTOSIO (latte, formaggi, latticini, ecc), gli ADDITIVI CHIMICI (come coloranti, conservanti, solfiti, ecc), uova, lieviti, pesci e molluschi conchigliati, noci e frutta secca, e così via. Con la Kinesiologia Applicata si può intervenire facilmente e lavorare sulla guarigione se queste intolleranze si sono manifestate da un certo momento della propria vita in poi (cioè se sono acquisite).
Sono molto soddisfatto ed entusiasta di poterti offrire, grazie a questo prezioso strumento, la possibilità di risolvere un problema così delicato, spesso causa di numerosi disagi, in modo efficace e duraturo.

Ti ricordo che questa possibilità che ti offro è parte integrante del LES, e che ci sono all’interno dello stesso altre numerose occasioni per migliorare la tua salute e il tuo benessere. Perché le inolleranze alimentari non devono essere trattate con superficialità e noncuranza.

Dott. Lorenzo G.

Continuando a navigare nel sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Altre informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi